Yoga: Vrikshasana o posizione dell’albero

In vrikshasana il corpo deve assumere una posizione eretta e ferma come un albero radicato nel terreno, si esegue:

vrksasana posizione albero yoga
  • Mettiamoci eretti con le gambe unite e le braccia distese lungo il corpo, teniamo i talloni a contatto tra di loro, rimaniamo immobili tendendo i muscoli delle gambe e delle anche, respiriamo profondamente e lentamente.
  • Concentriamoci sul contatto delle piante dei piedi col suolo distribuendo il peso in modo uniforme sui due arti cercando si essere il più stabili possibile.
  • Ora pieghiamo la gamba destra, prendiamo la caviglia con la mano e appogiamo la pianta del piede all’interno della coscia sinistra, il ginocchio che si ora è piegato deve essere proteso verso l’esterno; se le prime volte il piede scivola verso il basso possiamo aiutarci tenendolo con la mano destra; ora ruotiamo i palmi delle mani verso l’esterno e distendiamola all’infuori, una variante a ciò è quella di congiungere le mani davanti a noi come in preghiera poggiando i pollici sullo sterno.
  • Manteniamo la posizione per più respirazioni tenendo l’attenzione sulla pianta dei piedi e controllando il pìu possibile le oscillazioni del corpo; respiriamo lentamente immaginando che il corpo si allunghi continuamente verso l’alto.
  • Dopo sciogliamo la posizione e ripetiamo lo stesso con l’altra gamba e rilassiamoci.

Benefici

Vrikshasana attiva il primo chakra, Muladhara, è una delle più efficaci posizioni per l’equilibrio, migliora la stabilità in generale, regola il sistema nervoso, stimola le funzioni dello stomaco e dell’intestino e di tutti gli organi dell’addome, acuisce la concentrazione e migliora tutto l’equilibrio psico-fisico del nostro organismo.