Ansia

Che cos'è e probabili cause

Per ansia si intende uno stato emotivo in cui prevale la paura, il timore, la preoccupazione, l'apprensione, la sensazione che la situazione ci possa sfuggire di mano e nel caso si prolunga lo stato ansioso subentra la disperazione e la frustazione. Normalmente l'ansia è un emozione che mettendo in moto specifiche reazioni fisiche e psichiche ci permette di allertarci e quindi prepararci ad affrontare uno stimolo esterno o alla fuga, da noi percepito come un pericolo o una fonte di stress. Ecco perchè tutti proviamo ansia o l'abbiamo provata, senza di essa difficilmente riusciremmo a portare a termine un lavoro che non ci piace o fare in tempo a prendere l'autobus, il problema sorge quando questi stati si prolungano troppo o sono troppo forti, ecco il disturbo d'ansia. C'è da dire comunque che alcuni individui sono più predisposti geneticamente a soffrire d'ansia, ma non c'è nessun problema perchè per nostra fortuna il cervello è plastico ed adattabile, quindi possiamo venirne fuori da questi disturbi. Vi sono diversi tipi di disturbi d'ansia: disturbi d'ansia generalizzata,disturbi d'ansia con attacchi di panico, disturbi d'agarofobia con e senza attacchi di panico, disturbi da fobia sociale, disturbi da fobia semplice, disturbi d'ansia ossessivo-compulsivi e disturbi d'ansia postraumatici da stress; e si possono manifestare uno o più di uno di questi disturbi nella stessa persona. Qui vedremo i disturbi d'ansia generalizzati, per gli altri disturbi cliccare sulle voci del menu laterale, anche se i rimedi per risolvere i vari disturbi d'ansia sono simili.

Sintomi

I disturbi d'ansia generalizzata si possono distinguere perche abbiamo i seguinti sintomi che persistono da più di un mese e cioè: sintomi di attesa apprensiva, tensione motoria, ipervigilanza e allarme immotivato, sintomi di iperattività neurovegetativa. Per sintomi da attesa apprensiva si intende che la persona manifesta apprensione e preoccupazione e tende a rimuginare pensieri cupi, le sue previsioni su qualunque cosa sono sempre negative. Per tensione motoria si intende che la persona manifesta tremore, instabilità, sobbalzi, tensione nervosa e muscolare, facilità all'affaticamento e incapacità a rilassarsi; a questi si possono aggiungere tensione facciale, sopracciglia corrugate, tic vari, irrequietezza, incapacità a stare fermi, facilità allo spavento e respirazione a sospiri. Per ipervigilanza e allarme immotivato si intende un'attenzione eccessiva ed esagerata, che però si associa ad una distrazione grossolana per cose essenziali; la persona si comporta come se vivesse sempre sul filo del rasoio, si comprta in maniera sospetta, circospetto, è irritabile e impaziente, sta sempre in allerta; vi si possono associare anche difficoltà di concentrazione, la propensione a compiere movimenti maldestri, difficolta ad addormentarsi, insonnia, frequenti risvegli notturni, e affaticamento al risveglio. Per sintomi di iperattività neurovegetativa intendiamo anche se non sempre compaiono: sudorazione, mani fredde, bocca asciutta, formicolii agli arti, battito cardiaco accellerato, sensazione di sbandamento oppure di caldo o freddo; la minzione può diventare frequente, fame d'aria, rossore e pallore improvviso al volto.Comunque ecco un sunto della sintomatologia presente nell'ansia generalizzata:

Diagnosi

L'ansia si diagnostica con una visita psichiatrica.

Come si cura - Terapia

Iniziamo col dire di tranquillizzarci perchè il disturbo è ampiamente superabile, oggi la medicina ha fatto ampi passi nel campo farmacologico anche se c'è da dire che non mancano gli effetti collaterali di questi farmaci atti a risolvere l'ansia, ovviamente è necessario farseli prescrivere da un medico, meglio se psichiatra. Prima di pensare ai farmaci consiglio anche di provare altri metodi, tipo tecniche di rilasamento oppure praticare yoga, vedete nella sezione benessere interiore, troverete un ottimo corso e vari consigli per vivere sereni e felici. Spesso chi soffre d'ansia soffre anche di qualche forma depressiva perche le due cose sono molto frequentemente connesse. Si può scegliere anche una terapia psicanalitica da seguire e molti altri metodi di scarso seguito e di dubbia efficacia.Se ci accorgiamo che sta per venirci una crisi d'ansia facciamo dei respiri profondi senza fretta cercando di trovare una respirazione ritmica e senza fretta.In presenza della crisi possiamo provare anche a sederci e accarezzarci le gambe dalle ginocchia andando verso il bacino come se fosse una coccola.

note legali info