Sindrome del tunnel carpale (dolore al polso)

Che cos'è e probabili cause

polso Avvertiamo dolore al polso e/o la perdita di sensibilità si estende al braccio, alla mano o alle dita? Può essere che soffriamo della sindrome del tunnel carpale e siamo afflitti da dolori e perdita di sensibilità che dalla punta delle dita si estende a tutto il braccio fino alla spalla specialmente se siamo al pc per delle ore.
Il tunnel carpale è uno stretto passaggio all'interno del polso che contiene nove tendini e il nervo mediano, tutti avvolti in una guaina lubrificata detta sinovio. Quando il sinovio e i tendini si infiammano comprimono il nervo mediano.

La pressione sul nervo mediano provoca un tipo di dolore sordo, accompagnato dalla perdità di sensibilità e formicolio, che si estende da un lato nella mano e in 2 o 3 dita, e dell'altro avambraccio. A volte il dolore è talmente forte da svegliare dal sonno chi ne è colpito. Le donne sono più soggette degli uomini alla sindrome del tunnel carpale, ma una tipologia di uomini sono le vittime per eccellenza di questo tipo di disturbo, precisamente quelli con tessuti connettivi spessi, pelle spessa sui palmi delle mani, articolazioni meno flessibili, mani grande e spesse, per farla breve chi ha tessuti generalmente più massicci. Con l'andare avanti dell'età questi tessuti si ispessiscono ulteriormente diventando meno flessibili, così tolgono spazio al nervo e provocano dolore.
Oltre a chi lavora al computer per molto tempo un'altra categoria spesso colpita da questo disturbo sono i lavoratori che devono afferrare oggetti con forza con le mani, tipo i metalmeccanici, gli operai che usano i martelli, i macellai come anche i ciclisti che percorrono molti chilometri in posizione rannicchiata. Queste sono tutte attività che infiammano i tendini, li fanno gonfiare e di conseguenza vanno a comprimere il nervo mediano. Anche il fumo è ritenuto una concausa della sindrome del tunnel carpale, perché altera la circolazione periferica danneggiando di conseguenza la salute dei nervi.

Anche il diabete può portare a dolori simili a questi con una perdita di sensibilità e della forza nella presa. Altra imputata è la pressione alta e le disfunzioni renali specialmente nelle donne, perché provocano ritenzione idrica. Anche le cadute sulle mani o le slogature possono essere cause di dolore, perché se si gonfia va a comprimere lo stesso il nervo, ma se avvertiamo ancora dolore dopo 5 o 6 giorni è probabile che ci sia una frattura, quindi rivolgiamoci al medico. Come anche sport quali il tennis e il golf mettono sotto pressione i tendini e i legamenti del polso, provocando dolore, gonfiore, perdita di sensibilità e formicolio.

Convivere con questo tipo di dolori non è la cosa più saggia perché con l'andare del tempo i danni rischiano di diventare irreversibili se il nostro problema è realmente la sindrome del tunnel carpale.

Sintomi

In un primo momento si ha una fase irritativa, in cui i sintomi sono vaghi, come parestesie e fastidi alle dita, maggiormente al pollice, poi subentra la seconda fase in cui diminuisce la forza contrattile, sempre con parestesie e ipoestesie, man mano che il disturbo persiste si arriva all'aultima fase, la paralitica, in cui il nervo da dolori continuamente, si ha l'atrofia dei muscoli thenar e la perdita di sensibilità può estendersi oltre che al pollice anche all'indice e al medio.

Diagnosi

La sindrome del tunnel carpale si diagnostica con un'attenta anammesi dei sintomi, con la visita clinica e risulta utile l'elettroneurografica.

Come si cura - Terapia

Siamo pronti a dire basta ai dolori al polso? Se abbiamo attutito una caduta a terra poggiando la mano, applichiamo del ghiaccio avvolto in un panno più volte al giorno per calmare il dolore e il gonfiore, applichiamolo anceh più volte al giorno.

Pieno di vitamina B6 Facciamo il pieno di vitamina B6 che aiuta a contrastare il gonfiore, perché tira fuori i liquidi dai tessuti e li espelle attraverso i reni. Attenzione però a non esagerare perché in alte dosi la vitamina B6 è tossica. Gli alimenti che la contengono sono patate, banane e ceci; in alternativa possiamo anche prenderla tramite degli integratori.

Stretching Anche lo stretching può essere di aiuto nel calmare i dolori al polso, possiamo fare degli esercizi yoga oppure questi esercizii: alziamo il braccio sinistro come a segnalare ad un automobilista di fermarsi, posizioniamo la mano destra sul palmo della sinistra e tirala delicatamente all'indietro e ripetiamo anche con l'altro braccio.
Vediamo il secondo esercizio: con il braccio sinistro teso e le dita della mano sinistra rivolte verso il basso, posizioniamo la mano destra sopra la sinistra e tiriamola delicatamente all'indietro, ripetiamo anche con l'altro braccio.

Curl Anche i curl per i polsi aiutano a rafforzare i polsi e quindi a prevenire i dolori, quindi impugniamo un manubrio a palmo in su poggiando l'avambraccio sul bordo di un tavolo o una panca, o anche sulle nostra gambe, senza sollevare il polso dalla superficie solleviamo il peso lentamente fino a 10 volte, ripetiamo anche con l'altro polso. Lo possiamo fare anche invertito impugnando il peso con il palmo ricolto verso il basso. Facciamone almeno 3 serie di 10 ripetizioni ognuna. Per la sindrome del tunnel carpale la terapia è chirurgica, essa consiste nell'apertura del tunnel per decomprimere il nervo, risultano utili nella fase dolorante il riposo dell'arto, e maggiormente delle falangi (dita), l'uso di antinfiammatori, la vitamina B e si deve evitare l'esposizione al freddo e all'umidità.

note legali info