Dolore al gomito

Che cos'è e probabili cause

gomito Proviamo un dolore sordo e persistente al gomito e/o ce l'abbiamo gonfio? Se giochiamo a tennis la causa è ben chiara perché il nostro gomito è sottoposto a sollecitazioni ogni volta che colpiamo la pallina, pensiamo quante volte lo facciamo in una partita ed ecco spiegato il dolore. Queste sollecitazioni provocano dei microtraumi nei tendini e nei legamenti del gomito.
Ma non sono solo i tennisti a soffrire di questi problemi, nel 95% dei casi il dolore è provocato dal lavoro svolto, specialmente se si compie un movimento ripetitivo come ad esempio chi è addetto alle catene di montaggio, macellai industriali, chi lavora col computer o anche falegnami e artigiani vari. Comunque i sintomi sono gli stessi del gomito del tennista, si avverte un dolore sordo e persistente in alcuni casi accompagnato da gonfiore che può protrarsi nel tempo anche per più settimane.

Altre cause Un'altra possibile causa di dolori al gomito è la compressione del nervo ulnare, cioè lo schiacciamento del nervo che provoca le famose scosse al gomito. Pur essendo meno diffuso, esso colpisce i lanciatori di baseball, chi pratica sport che dove si usa una racchetta, gli operai delle catene di montaggio e chi passa molto tempo a digitare al pc. Anche chi pratica golf saltuariamente può avere dolori al gomito, e si chiama gomito da golfista. Anche poggiarsi sui gomiti come spesso fanno alcuni quando pensano può portare dolori alla zona perché si va a schiacciare il nervo ulnare con conseguente infiammazione. A volte il dolore può essere provocato anche da artrite, gotta o sindrome del tunnel carpale che si estende fino al gomito.

Come si cura - Terapia

Ora vediamo come minimizzare il dolore se vogliamo continuare ad occuparci delle nostre attività o farci la nostra partitella a tennis, anche se possiamo assumere un antinfiammatorio non steroideo come l'ibuprofene prima o dopo l'attività per calmare il dolore, questo non risolverà il problema, quindi vediamo qualche accorgimento che ci può essere utile:

Usiamo un tutore Acquistiamo un tutore ortopedico sagomato a doppia cinghia o a cinghia unica, quest'ultimo però offre meno sostegno muscolare; il tutore è utile per ridurre il dolore anche se non giochiamo a tennis perché riduce la tensione generata dal muscolo proteggendo quindi il tendine.

Facciamo stretching mirato Possiamo migliorare la flessibilità della zona facendo stretching prima di iniziare a lavorare o a fare sport; distendiamo il braccio davanti a noi fino a raddrizzare completamente il gomito, ora con il palmo della mano rivolto verso il basso pieghiamo lentamente il polso fino a puntare le dita in giù, ora con la mano sinistra premiamo delicatamente la parte superiore della mano destra fino ad avvertire la tensione in cima all'avambraccio. Rimaniamo in questa posizione per 10-20 secondi senza muoverci e ripetiamo anche all'altro braccio. Ora distendiamo il braccio destro davanti a noi con il palmo rivolto verso l'alto, con la mano sinistra premiamo delicatamente come se volessimo spingere in giù ma senza muovere il braccio, rimaniamo anche qua 10-20 secondi in questa posizione applicando una pressione costante e ripetiamo anche con l'altro polso.

Curl per i polsi Il miglior esercizio per rafforzare i muscoli che possono provocare dolore ai gomiti è iul curl per i polsi. Prendiamo 2 manubri leggeri o in alternativa un bilanciere piccolo senza pesi con entrambi le mani e sediamoci sul bordo di una panca con le ginocchia ravvicinate; poggiamo i polsi aale ginocchia in modo che le mani escano fuori con i palmi rivolti verso il basso, ora solleviamo e abbassiamo i pesi sempre però tenendo i polsi sulle ginocchia e gli avambracci sulle cosce.

Stringiamo Ecco un altro ottimo metodo per rafforzare i muscoli che possono evitarci dolori al gomito, prendiamo una pallina da tennis o un paio di giornali arrotolati in ciascuna mano e stringiamo almeno 25-30 volte tenendo ogni stretta 3 secondi, facciamolo 3 volte questo esercizio a giorni alterni.

Regoliamo il manico Spesso per risolvere il gomito da tennista nei giocatori di tennis è sufficiente salire o scendere di una misura il manico della racchetta, dobbiamo trovare insomma la misura adatta per noi e lo stesso vale per chi usa gli utensili da lavoro. Comunque negli utensili da lavoro meglio usare un manico spesso che uno sottile.

No ai telai metallici Per le racchette o per gli utensili da lavoro meglio evitare l'uso di telai metallici perché scaricano tutta la forza cinetica sul gomito, meglio quindi optare per materiali compositi o in plastica.

Occhio alle corde Proviamo anche ad allentare le corde della racchetta, più esse sono tese maggiore sara l'energia scaricata sul braccio.

note legali info