Tenia (Teniasi)

Che cos'è e probabili cause

La teniasi è una malattia provocata da infestazioni di vermi adulti della tenia, vermi dell'ordine dei Ciclofillidei, si contraggono con l'ingestione di carne cruda o non cotta bene di maiale, in cui vi sono annidate le larve del parassita. La Taenia solium può parassitare l'uomo anche allo stadio larvale, determinando la cisticercosi, con l'ingestione di cibo o bevande contaminate da feci umane in cui vi siano le uova del verme, sia per autoinfestazione interna, in genere vi è la presenza di un solo verme adulto. La Taenia saginata è invece da mettere in relazione al consumo di carne bovina, e non da cisticercosi. Il verme è costituito da una testa munita di quattro ventose e degli uncini nel caso della solium per aggrapparsi alla parete intestinale; poi ha un breve collo e infine il corpo, costituito da tante proglottidi. Ogni proglottide è dotata di un apparato genitale, sia maschile che femminile, che raggiunta la maturità sessuale andranno a formare le uova che verranno subito fecondate, poi si raccolgono nell'utero che andranno a distruggere col tempo. Il verme può raggiungere una lunghezza massima di circa 10 metri, o poco più, in media ne raggiunge 3, si nutre attraverso la cute, non possedendo ne bocca, ne apparato digerente.

Sintomi

I sintomi possono essere molto vaghi o completamente assenti, si possono avere lievi dolori addominali, senso di pesantezza, stitichezza o diarrea. Alle volte, specie nei bambini, si può avere: stanchezza, diminuzione della capacità lavorativa o di concentrazione, dimagrimento, irrequitezza, mal di testa, insonnia, scarso appetito, sudorazione, capogiri e vertigini.

Diagnosi

La malattia si diagnostica con la corpocultura, cioè l'esame delle feci; nel sangue si registra l'aumento dei globuli bianchi eosinofili.

Come si cura - Terapia

La tenia si cura facilmente con i farmaci, per prevenirla adeguatamente evitiamo di mangiare carne cruda o comunque poco cotta.

note legali info