Cuore polmonare

Che cos'è e probabili cause

Il cuore polmonare è una dilatazione del ventricolo destro in risposta a patologie dei polmoni, del torace e del circolo polmonare, come enfisema, embolia polmonare e ipertensione polmonare o anche eventi improvvisi come emorragie, shock, pneumotorace, embolie postoperatorie o tromboflebiti; raramente viene interessato il ventricolo sinistro, può essere acuto o cronico, il secondo è più diffuso, soprattutto tra gli anziani.

Sintomi

Il cuore polmonare si manifesta con tosse con espettorato abbondante e presenza di sangue (emottisi), lipotimia, dispnea, fame d'aria, angina pectoris, aritmie, tachicardia, tachipnea, cianosi, edemi periferici associati all'ipercapnia, ascite e ipotensione.

Diagnosi

La patologia si diagnostica con gli esami del sangue, l'ecocardiografia, l'elettrocardiogramma, e la radiografia del torace, oltre ché con la visita medica e l'anamnesi dei sintomi.

Come si cura - Terapia

La cura dovrebbe essere innanziatutto preventiva, adottando uno stile di vita sano ed evitando il fumo di sigaretta, una volta instauratasi si deve in primis curare la patologia polmonare sottostante e aiutare il paziente ad alleggerire il carico sul cuore con i farmaci del caso, ove necessario si ricorre all'ossigenoterapia e alla ginnastica respiratoria, in casi estremi si ricorre all'intervento chirurgico.

note legali info