Scintigrafia

Che cos'è

scintigrafia La scintigrafia è un esame diagnostico che si avvale dell'introduzione nell'organismo si isotopi radioattivi che vengono a loro volta captati dall'organo in esame seguendo le normali vie metaboliche. Le radiazioni emesse vengono captate da contatori a scintillazione posti esteramente in prossimità dell'organo in cui gli isotopi radioattivi sono stati assorbiti. E un esame trova impiego in 2 modi; uno consente di studiare la funzionalità di un organo e la sua morfologia; l'altro modo determina la quantità di isotopi radioattivi contenuti nell'organo in esame e le loro variazioni nel tempo. Sempre comunque c'è bisogno di immettere un elemento radioattivo (tracciante o radioisotopo) che abbian affinità con l'organo da esaminare in modo che entri nel suo metabolismo.

La scintigrafia viene usata maggiormente per lo studio della tiroide, del fegato, del rene, del cervello, dei polmoni, del pancres, della milza, del cuore, della funzionalità vascolare e dello scheletro. Molta attenzione deve essere prestata dal medico nel prescrivere questo esame perché il paziente è esposto ad una discreta dose di radiazioni, quindi deve essere prescritto solo se strettamente necessario.

Come si svolge

L'esame è indolore se non per la piccola puntura per iniettare il tracciante, dopodiché si attende circa un'ora a seconda dei casi affinché si è sicuri che gli isotopi radioattivi arrivino all'organo da esaminare e di procede esternamente con il macchinario per monitorare la parte interessata. Le immagini vengono generate immediatamente su un monitor anche se spesso si deve attendere un ulteriore elaborazione per avere il referto. Spesso viene richiesto il digiuno e l'astensione dal bere sostanze comethè, caffè e cocacola in quanto potrebbero interferire con la sostanza radioattiva iniettata. Durante l'esame vengono fatti togliere gli oggetti metallici come orecchini, orologi e via dicendo in quando interferirebbero con la visualizzazione delle immagini.

Quando si fa e perché viene utilizzata

La scintigrafia si rende necessaria quando gli altri esami non hanno fornito molte indicazioni o c'è bisogno di approfondire la funzionalità di un organo come quelli sopra detti, oppure si usa nei tumori per evidenziare i tessuti anomali o metastasi anche piccolissime. Viene usata anche per le ossa così da averne i diversi gradi di densità. Da molte informazioni sugli organi esaminati come: disposizione anatomica, forma e grandezza, individua lesioni precoci e metastasi anche piccolissime non rilevabili con altri esami, funzionalità di un organo e viene usata anche per controllare la circolazione sanguigna periferica.

Torna indietro alla lista degli esami

note legali info