Gastroscopia

Che cos'è

gastroscopia La Gastroscopia (EGDS) è un esame dagnostico che permette di visualizzare i primi tratti del tubo digerente e cioè l'esofago, lo stomaco e il duodeno tramite l'endoscopio, cioè una sonda flessibile dotata di telecamere a fibre ottiche con la quale si fanno anche dei prelievi di tessuto da analizzare, cioè le biopsie. Essa consente di visualizzare tutte le forme di patologie gastriche e si svolge in regime ambulatoriale, con essa si possono accertare la forma e il volume dello stomaco, accertare la presenza di diverticoli, ulcere, tumori, aspetto della mucosa, condizioni della vascolarizzazione e verificare la presenza del contenuto dello stomaco.

Come si svolge

L'esame è invasivo ma è innocuo e indolore,effettuato mediante l'introduzione attraverso la bocca di un tubo sottile e flessibile, al massimo è un po fastidioso e quindi a volte si può ricorrere ad una leggera sedazione, il paziente deve collaborare nella fase di introduzione della sonda deglutendo così da favorirne il passaggio, in genere l'operazione si svolge in pochi minuti. Può provocare anche una leggera nausea o una leggera irritazione della faringe. E necessario prima dell'esame non mangiare cibi solidi per almeno 12 ore prima in quanto la presenza di cibo può limitare la visuale al medico.

Quando si fa e perché viene utilizzata

E uno strumento importantissimo quando si sospettano delle patologie a carico del primo tratto digerente o come indagine precoce per scoprire eventuali tumori, viene anche utilizzato per rimuovere eventuali corpi estranei o per termocoagulare delle eventuali lesioni, asportazione di polipi e altre operazioni. Se si rende necessario durante la visita si prelevano dei piccoli pezzi di tessuto da analizzare(biopsia) in modo del tutto indolore.

Torna indietro alla lista degli esami

note legali info